FESTA DELLO SPORT

Oggi “Festa dello Sport” , manifestazione  organizzata e offerta dalla V.B.A. Olimpia di Sant’Antioco, la squadra di pallavolo della nostra cittadina.
Tanti giochi e divertimento per tutti i bambini della nostra scuola, sotto la guida dei giocatori della squadra. Le classi prime e seconde hanno giocato all’interno del Palazzetto dello Sport, le terze, le quarte e la quinta, nel campo scoperto adiacente.

Prima riscaldamento e circuiti, poi palleggi, bagher, battute, partitelle e… urlo finale tutti insieme!

circuito

 

circuito2

partitella

urlo

LA LUDOTECA INCONTRA LA SCUOLA

Due giorni fa, giovedì, abbiamo interrotto le nostre attività natalizie per andare in ludoteca a Carbonia: non ci siamo lasciati sfuggire l’invito gratuito che la ludoteca ha fatto alla scuola e abbiamo fatto bene: ci siamo tanto divertiti!

Dopo aver ascoltato la storia di “Anna furiosa”, abbiamo costruito il gioco che rilassava e fermava la rabbia della protagonista della storia, il TRIS.

Eccoci all’opera:

ludoteca1

Naturalmente poi abbiamo giocato a coppie col nostro gioco appena costruito:

ludoteca_tris

 

Abbiamo giocato anche, divisi in due squadre, a chi costruiva con dei barattoli la torre più alta: la squadra delle Rane ha superato quella della Corona.

ludoteca_torre

 

Dopo la merenda siamo stati lasciati liberi di giocare come volevamo. Allora si sono formati gruppetti spontanei: chi ha preferito il biliardino; chi i giochi da tavolo, come dama, scacchi, battaglia navale; chi invece ha organizzato delle sfilate indossando gli abiti messi a disposizione nel cestone dei travestimenti.

Insomma, uno spasso!

 

FESTA IN PIAZZA

Per festeggiare la conclusione del Festival Tuttestorie, oggi niente lezione, ma tutti a giocare e fare merenda in Piazza Italia, dove hanno trovato spazio gli stands con le merende preparate dai genitori, e nel Corso dove, a nastri tesi tra un albero e l’altro, sono stati appesi i disegni di tutti gli alunni che hanno partecipato al festival.

I disegni illustravano le tante sorprese che ci hanno… sorpreso… durante la lettura.

piazza

 

corso

A ricordarci che festeggiavamo il piacere di aver letto un libro e averne potuto incontrare l’autore, e che quel piacere può rinnovarsi ogni volta che ci immergiamo in una nuova lettura, c’era la bancarella di libri allestita dalla libreria Tuttestorie, la promotrice del festival.

bancarella

INCONTRO CON LUCA NOVELLI

Luca Novelli è scrittore, disegnatore e giornalista.
E’ autore di una lunga serie di libri di Scienze per ragazzi tradotti in 22 lingue. Collabora con RAI, WWF e una serie di musei e università.
Oggi lo abbiamo incontrato nella Biblioteca comunale in occasione del Festival Tuttestorie.

Luca_Novelli

novelli

Ci ha parlato dei suoi libri, in particolare di quelli della serie Lampi di genio, e ha “duettato” , nella lettura di una ipotetica intervista a Leonardo da Vinci, proprio con …Leonardo, un bambino della Quarta B.

intervista_a_Leonardo

Poi si è lasciato intervistare lui, rispondendo con disponibilità e simpatia alle nostre domande:

PERCHE’ HA SCELTO DI NARRARE LA VITA DI LORENZ?
“Ero sul lago Maggiore quando arrivarono tanti uccelli acquatici: oche selvatiche, cigni, gabbianelle. Io cominciai a dar loro da mangiare e mi sentii amico degli animali, come Lorenz. Così decisi di scrivere un libro su di lui.”

PERCHE’ HA SCRITTO IL LIBRO IN FORMA DI AUTOBIOGRAFIA E NON DI BIOGRAFIA?
“Perchè in questo modo il lettore si sente più coinvolto, si immedesima più facilmente nel protagonista”

COME HA RACCOLTO TUTTE LE INFORMAZIONI NECESSARIE A SCRIVERE IL LIBRO?
“Ho fatto come solitamente si fa una ricerca, raccogliendo soprattutto foto e filmati, ma leggendo anche i libri, visitando musei…  Ho visitato anche la casa di Lorenz ad Altemberg.”

HA CONOSCIUTO DI PERSONA LORENZ O I SUOI FIGLI?
“No, non li ho conosciuti di persona.”

LEI HA SCRITTO MOLTE BIOGRAFIE. QUANDO HA COMINCIATO? A CHI HA DEDICATO LA PRIMA? A QUALE PERSONAGGIO E’ PIU’ AFFEZIONATO?
“Ho cominciato nel 2000 con la biografia di Volta, ma tra tutti preferisco il personaggio di Albert Einstein.”

intervista

Alla fine Luca Novelli ha pazientemente autografato tutte le nostre copie del libro su Lorenz con dediche e buffi disegni.

autografo

Eravamo tutti contenti.

STORIA DI IQBAL

Oggi abbiamo assistito al terzo ed ultimo spettacolo in calendario nell’ambito del  progetto multidisciplinare di educazione interculturale “Cose dell’altro mondo!”.

Lo spettacolo, pur ispirato alla tragica storia di Iqbal Masih, il ragazzino pakistano simbolo della lotta contro il lavoro infantile, è stato proposto e interpretato in modo volutamente “leggero” e scherzoso da due bravissimi attori che, da soli, hanno interpretato una molteplicità di ruoli, umani e … animali!

La rappresentazione è stata apprezzata dai bambini, coinvolti e divertiti, come si può vedere cliccando sulla foto degli attori in scena..

iqbal

Clicca sulla foto.

 

 

Cose dell’altro mondo!

“Cose dell’altro mondo!” è un progetto multidisciplinare di educazione interculturale promosso dall’associazione Il Calderone con il patrocinio del comune di Sant’Antioco (Assessorati alla Cultura, Pubblica Istruzione e Servizi Sociali) e dell’Istituto Comprensivo Sant’Antioco- Calasetta.
Oggi tutti i bambini del plesso hanno partecipato al primo Laboratorio ludico-narrativo a cura di Mamadou Mbengue.

mamadou

Mamadou ha parlato ai bambini di Nelson Mandela e della sua vita dedicata a combattere l’ingiustizia della segregazione razziale.
Accompagnato poi dal ritmo del bongo ha narrato “Nakiti”, una delle fiabe tratte dal libro di Mandela “Le mie fiabe africane”.
Incredibilmente questa fiaba africana è per molti versi simile alla fiaba europea di “Cenerentola”. Due culture così lontane, ma grazie ad una fiaba, anche così vicine!

FESTIVAL TUTTESTORIE

Tra gli eventi legati al Festival Tuttestorie, la Biblioteca comunale di Carbonia ha organizzato un incontro con Roberto Piumini, conosciutissimo autore di libri per ragazzi.
Ieri pomeriggio, durante l’incontro intitolato “Scrivere, leggere, immaginare”,  lo scrittore-poeta ci ha divertito raccontandoci delle storie e facendoci partecipare al loro completamento e alla loro drammatizzazione.
Purtroppo non era permesso fotografare o filmare le attività, perciò il ricordo di quest’incontro è affidato soltanto alla nostra memoria, alla nostra attenzione, alle emozioni che abbiamo provato.
Certo non dimenticheremo IPAP, l’Invisibile Pentola A Passione di mago Parlò, e tutte le parole che ci abbiamo soffiato dentro affinchè lo scrittore potesse respirare tutte le storie che quelle parole, mescolandosi, potevano far nascere.
Nè dimenticheremo di essere stati per un po’ tutti lucertoline spaventate da un lucertolone cattivo che voleva il sole tutto per sè!

Prima di incontrare Roberto Piumini abbiamo avuto la possibilità di ammirare la mostra temporanea delle illustrazioni originali della fiaba di Hansel e Gretel eseguite dall’illustratrice Valeria Valenza…

illustrazioni_valenza

… e di curiosare tra i libri dell’espositore.

espositore

FESTIVAL TUTTESTORIE

In questi giorni, in 13 comuni sardi, è in pieno svolgimento il Festival Tuttestorie: sette giorni di incontri, laboratori e spettacoli, mostre, giochi, narrazioni, con circa 70 ospiti italiani e stranieri per oltre 300 appuntamenti rivolti alle scuole di tutta la Sardegna e ad un pubblico di bambini, ragazzi e lettori curiosi di ogni età.

Un Festival interessante e coinvolgente per promuovere l’amore per la lettura. Come farsi scappare l’occasione?
Questa mattina abbiamo partecipato anche noi, nella Biblioteca Comunale di Carbonia, all’incontro con un autore di narrativa per l’infanzia: Giancarlo Biffi.
Eccolo mentre comincia la narrazione del suo “Quincho e la gatta dal ciuffo rosso”. 

Clicca sull’immagine
per vedere
una breve registrazione

La sua narrazione, portata avanti da vero attore, quale è, oltre che autore, ci ha molto divertiti. Ma ci è piaciuto tanto anche partecipare a due laboratori.

Col primo, Luci e ombre nella pancia della terra, abbiamo imparato qualcosa sulla vita dei minatori delle miniere del Sulcis.

Col secondo, BSRDN, abbiamo sperimentato alcune attività degli archeologi, dal recupero di frammenti d’argilla con iscrizioni, alla ricomposizione e trascrizione del testo ritrovato.